Pagine

mercoledì 18 aprile 2012

Cose da donne

Via FFFound


- Le vedi, con la french manicure fresca e col capello piastrato, camminare dinoccolate su tacchi; le loro borsette iperfashion al braccio, in quella posa innaturale un po' questuante un po' snob, e alla mano destra una sempiterna sigaretta. Ma le vedi anche sputare come un' armata di marines dopo una tempesta di sabbia. Le ragazze che abitano in questo Paese: peggio dei lama.

- La mia coinquilina ha un viso da bambola di porcellana e una camminata marziale cosi' mascolina  e perentoria da annullare in lei ogni traccia di femminilità. Una giovane corazziere in gonnella.

- Una delle prime settimane qui ho visto una scena che difficilmente dimentichero': nella via principale della cittadina in cui lavoro una signora armata di cintura le dava di santa ragione a un signore, che in compenso reagiva a parole. Dopo aver ferito l'uomo la signora si ricompone, si infila la cintura, e prosegue lungo la strada, come se niente fosse. Che classe.

 - Io non credo che la segretaria di uno studio medico possa chiederti  di spiegarle nel dettaglio il perchè necessiti una visita o quale sia il tuo problema clinico con un'aggressività e un fare indagatorio alquanto fastidiosi. Io, casomai, del mio problema parlerei direttamente col dottore, no? Tu, che sei la segretaria e basta, piglia l'appuntamento: non ti chiedo altro. Si tratta sempre di un'informazione riservata, legata al rapporto medico-paziente e che non vedo perchè condividere con tutta la sala d'attesa, dato che hai una specie di megafono incorporato. Niente di scabroso, eh, si tratta solo di una visita dall'otorino....pero' ecco, in questo bizzarro paese il concetto di privacy non mi è chiaro, quindi, gentilmente, cara segretaria, se evitassi di sbraitare, urlando come una pescivendola al mercato i fatti mie, lo apprezzerei.

- Se ridere allunga la vita, vedere la mia capa ballare una danza catartica con la grazia di un cingolato mi ha reso immortale. O catartica.

- Per finire, le donne di tutte le età di questo strano paese, che credono che i leggings siano dei comunissimi pantaloni da indossare in ogni occasione e in qualsiasi periodo dell'anno, sono appezzabili per la  capacità che dimostrano di fregarsene dell'imperfezione fisica, dei chili di troppo, della mutanda della nonna che si intravede nel tessuto liso, delle le fantasie leopardate o fluo abbinate senza criterio.

2 commenti:

ero Lucy ha detto...

Leggins su culoni e mutanda in trasparenza anche qui :)

taral ha detto...

La comodità è tutto. ;-))

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...